superfame

Finalista a DNA appunti coreografici 2016
Con la collaborazione di 
Voll (Vicenza)
CSC (Bassano del Grappa - VI)
Spazio Zephiro (Castelfranco Veneto - TV)

Consolle e chitarra Andrea Sanson
Costume Mooda Laboratorio Creativo
Video
llll
superfame indaga quella fame che vuole tutto: tutto il cibo, tutto il corpo, tutto l’amore, tutto il tempo, tutta la bellezza. 

Fame come luogo di esistenza ed energia; come fenomeno interno, ma diretto al fuori.
Non si sa che faccia abbia, ma ne si è immersi in ogni istante.
La fame invade, riempie, paralizza, allarga, costringe, svuota, trasforma, amplifica, disarma, non si accontenta e muove nonostante tutto.
Superfame si chiede: “Posso farne a meno? Si può sempre soddisfare? Con cosa o con chi?”.

Un semplice sacco prova a rispondere a queste domande e diventa non solo elemento simbolico del quotidiano, ma ogni volta “qualcosa d' altro”:  tra la perfomer e il sacco si instaura una vera e propria relazione, a soddisfare un desiderio di cui non si conosce forma. 
A condurla nello spazio sono distanze e lontananze, percezioni al contatto/sguardo tra sè, l’oggetto e il pubblico.
superfame è l'inseguimento con altro da sè, consapevole che solo quel contatto può permettere lo spostamento e l'esperienza del reale.
Con la sua consolle e chitarra, il musicista Andrea Sanson sostiene la ricerca di un corpo sonoro e imprevedibile.

jkhljkljkljlkj
ben,mnm,nm,nnm
nmnbmbmnbmn
lllll